Ricorre oggi, 20 luglio 2023, il 158° anniversario della nascita delle Capitanerie di porto, celebrato dai comandi regionali della Guardia Costiera così come a Roma, presso la sede del Comando generale, con una cerimonia militare presenziata dal Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Enrico CREDENDINO, accolto in sede dal Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola CARLONE.

Alla resa degli onori per la Massima autorità e la rassegna al personale militare schierato, è seguita la consegna delle onorificenze rilasciate ai comandi e al personale del Corpo: Medaglia d’ Argento al Merito Civile alla Capitaneria di porto di Molfetta, rappresentata dal Comandante Capitano di Fregata Giulia PETRUZZI, Medaglia di Bronzo al Merito Civile al Lgt Np FORTUNATI Diego, al 2° Capo Aiutante Np FRANCICA Francesco, al Sottocapo di 1^ classe Np LA FAUCI Carmelo, al Sottocapo di 2^ classe Np MOSCA Raffaele. Consegnato infine l’Attestato di Benemerenza al Merito Civile al 2° Capo Aiutante Np PICCARDI Giovannangelo.

“Nel 2023 – le parole dell’Ammiraglio Carlone – a centocinquantotto anni dalla fondazione, il Corpo ha compiuto dei progressi incredibili. Lo ha fatto partendo dalla consapevolezza dei suoi valori e dei suoi compiti storici ma sapendo accettare anche le sfide del futuro. Oggi attraverso le Capitanerie lo Stato esercita le proprie molteplici e diversificate attribuzioni, sul mare, su laghi maggiori e lungo le coste del Paese. Il Corpo è e vuole continuare ad offrire un solido punto di riferimento per il cluster marittimo e portuale.”

“Il mio plauso va all’Ammiraglio Carlone e alle donne e agli uomini delle Capitanerie di porto che quotidianamente operano per la sicurezza e la tutela del mare a favore della comunità. – ha affermato l’ammiraglio Credendino nel suo discorso – Voi fate tutti un lavoro straordinario, un marinaio non lascia mai nessuno in difficoltà e voi questo lo rappresentate a livello mondiale, in maniera straordinaria, facendo un lavoro difficilissimo e in condizioni difficilissime.”

 

L’evento celebrativo di Civitavecchia

Nella serata di ieri, nella suggestiva cornice del Forte Michelangelo di Civitavecchia, si è tenuto un evento celebrativo, arricchito da un momento musicale, organizzato nell’ambito delle iniziative promosse per il 158° anniversario dell’istituzione del Corpo delle Capitanerie di porto: un percorso iniziato a Firenze nel lontano 20 luglio del 1865, con il Regio Decreto a firma di Vittorio Emanuele II che sancì a tutti gli effetti la nascita del Corpo.

A dare lustro all’importante ricorrenza, la presenza in platea del Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, del Vice Presidente e Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Matteo Salvini, del Ministro degli Interni Matteo Piantedosi, oltreché di alte cariche politiche e militari, accolte dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola Carlone e dal Direttore Marittimo di Civitavecchia, Capitano di Vascello Michele Castaldo.

A moderare la serata, i giornalisti Filippo Gaudenzi e Valentina Bisti con l’invito sul palco, in apertura, del Sindaco di Civitavecchia, dott. Ernesto Tedesco, che ha portato il saluto della città laziale alla prestigiosa platea.

L’evento è poi continuato con l’indirizzo di saluto dell’Ammiraglio Carlone, che ha dapprima ringraziato gli 11.000 donne e uomini del Corpo, ricordando poi quanti nel tempo ne hanno fatto parte, scrivendo le pagine più importanti dei suoi 158 anni di storia.

“La scelta di festeggiare quest’anno il nostro Anniversario a Civitavecchia” ha spiegato l’Ammiraglio “manifesta la volontà di mantenere vivo il contatto con il territorio e con la marittimità per la quale la nostra Organizzazione da sempre si prodigata, quale riferimento essenziale per il suo cluster”.

Al saluto dell’Ammiraglio ha fatto seguito un filmato che ha raccolto i messaggi augurali giunti alla Guardia Costiera italiana da parte di omologhe Organizzazioni di Guardia Costiera del mondo: 28 testimonianze che attestano la rete di scambi e cooperazione che nel tempo la Guardia Costiera ha saputo tessere, finanche a divenirne punto focale e promotrice attiva.

A seguire, un filmato storico che ha ripercorso in pochi minuti i 158 anni di storia lasciando poi spazio all’Orchestra Jazz Big Band diretta dal maestro Gianni Oddi per l’esecuzione della prima parte del concerto.

Concluso il primo tempo dell’esibizione, i moderatori hanno invitato sul palco il Capitano di Vascello Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Comunicazione del Comando Generale, insieme ad una rappresentanza degli equipaggi della Guardia Costiera, che hanno portato la propria testimonianza raccontando ai presenti l’impegno e lo sforzo profuso quotidianamente dalle donne e dagli uomini del Corpo per la salvaguardia della vita umana in mare, per la tutela dell’ecosistema marino e costiero, e per la sicurezza della navigazione. Destinatario di un momento di ricordo, anche il Comandante Natale De Grazia, Ufficiale del Corpo medaglia d’oro “alla memoria” al Merito di Marina, che ha fatto della propria vita una testimonianza di umanità e di coraggio e la cui storia di amore per la legalità e per il mare, resta viva e di esempio ancora oggi.

Successivamente lo spettacolo è ripreso con la seconda parte del concerto cui è seguito l’indirizzo di saluto del Ministro Salvini che ha concluso di fatto l’evento.

“Auguro buon compleanno alle Capitanerie di porto a cui faccio i miei complimenti per la loro professionalità e per la passione che riescono a trasmettere in tutto ciò che fanno al servizio degli altri. Esprimo loro il mio grazie con un’azione concreta, rappresentata dall’aver fortemente voluto e sostenuto l’incremento organico di 390 unità che interesserà il Corpo nel prossimo futuro”.  

Le note dell’inno degli italiani, eseguito per suggellare la serata, hanno poi aperto le porte alla restante parte delle iniziative promosse nell’ambito della ricorrenza; tra queste, la seconda tappa di “Cuori e Motori”, l’iniziativa di prevenzione cardiologica promossa in collaborazione con l’Istituto Nazionale per le ricerche cardiovascolari e con The Reb Concours. L’iniziativa, dopo la tappa invernale di Gaeta a bordo della Nave Dattilo della Guardia Costiera, ha fatto un secondo pit stop anche nel porto civitavecchiese, questa volta a bordo di nave Diciotti, ospitando anche una esposizione di auto d’epoca, aperta alle visite della cittadinanza. A beneficio di quest’ultima, anche la possibilità di scoprire dal vivo le dotazioni e le potenzialità di elicottero AW139 della Guardia Costiera.

All’iniziativa ha preso parte anche Assarmatori, rappresentata dal Presidente Stefano Messina e dal Segretario Generale Alberto Rossi. “Il corpo, oggi guidato dall’Ammiraglio Nicola Carlone, rappresenta un elemento imprescindibile per un Paese marittimo come l’Italia ed è un caposaldo di legalità, rispetto dell’ambiente e sicurezza a disposizione di chi va per mare” si legge in una nota a firma dell’Associazione..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *