A seguito di segnalazione pervenuta alle ore 13.18 circa, alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Genova 1^ MRSC, tramite il 1530, in merito alla presenza in mare di due bagnanti in difficoltà ( un nuotatore e surfista) nello specchio acqueo antistante i Bagni Lido di Corso Italia a Genova, si attivava il coordinamento delle operazioni di emergenza in mare disponendo l’immediato intervento della motovedetta Guardia Costiera SAR 830 e unità navale dei VV.F. nonchè dell’elicottero Drago dei VVFF.

La Guardia Costiera dirottava altresì anche un gommone dello Yacht Club di Genova, già nelle vicinanze, in quanto impegnato in una manifestazione sportiva.

VVFF e gommone dello Yacht Club, già nelle vicinanze, intercettavano per primi i malcapitati e provvedevano ad imbarcare il surfista ed il nuotatore sul gommone stesso per il successivo sbarco presso la sede dello Yacht Club Genova.

Il nuotatore ( senza muta) di anni 61 e residente a Genova è stato portato tramite autoambulanza, nel frattempo allertata dalla Capitaneria genovese, in Codice Giallo presso l Ospedale San Martino di Genova.

Un altro nuotatore, presente nella zona dei soccorsi ma che correttamente indossava la muta a causa della bassa temperatura dell’acqua, era riuscito a raggiungere la riva in autonomia. In zona le condimeteo erano Mare SSE4 (molto mosso) e vento SE F3 (brezza tesa).

L’equipaggio della motovedetta Cp 830 successivamente coadiuvava la pattuglia Nucleo Operativo Intervento Portuale della Capitaneria di porto presso la sede dello Yacht Club Genova al fine di acquisire ulteriori elementi utili alla ricostruzione della dinamica degli avvenimenti.