Al recente convegno “L’evoluzione tecnologica delle telecomunicazioni marine nel Mediterraneo”, organizzato in collaborazione con ANUTEI , SIRM Italia ha fornito un prezioso contributo nel dialogo sull’innovazione nel settore delle comunicazioni marittime con la presenza di Carlo Giovanni Sorrentino. L’evento, che ha visto la partecipazione della prof.ssa Elda Turco Bulgherini, vice presidente Agenzia Spaziale Italiana, Osvaldo Brogi, ANUTEI, Fabrizio Cilli, CISO4AI, Antonio Ceccarelli, Telespazio e Stefano Gargioli, WSENSE, ha rappresentato un punto di incontro vitale per esperti e stakeholder del settore.
L’agenda del convegno ha coperto un’ampia gamma di tematiche, dal ruolo dei cavi sottomarini nel Mediterraneo alle ultime novità sui sistemi di navigazione costiera, dai progetti innovativi come “BluemassMED” per la sorveglianza marittima integrata, all’impiego dell’Intelligenza Artificiale nella cybersecurity per i porti e in alto mare.
SIRM Italia, a partire dello stato attuale delle telecomunicazioni nel settore marittimo, ha evidenziato come le nuove tecnologie satellitari stiano emergendo come veri e propri fattori di cambiamento. L’adozione di soluzioni ultra broadband non solo promette di migliorare l’efficienza e la sicurezza delle operazioni marittime, ma apre anche la strada a nuovi servizi e a un maggiore livello di interconnessione tra le navi e le infrastrutture a terra e come, attraverso un impegno costante in ricerca e lo sviluppo, queste promesse tecnologiche possono trasformarsi in soluzioni concrete disponibili sul mercato. L’azienda guarda al futuro con l’obiettivo di offrire un portfolio di servizi che sfruttano al massimo le potenzialità dell’ultra broadband per migliorare la gestione delle flotte mercantili, contribuendo così all’evoluzione del settore delle telecomunicazioni marine.

Fonte: LinkedIn