Firmato presso la sede del Comando Generale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, un nuovo protocollo tecnico d’intesa che rinnova la collaborazione tra la Guardia Costiera e la Federazione Italiana Piloti dei Porti. L’accordo, avente validità triennale, è finalizzato a disciplinare e potenziare le attività di supporto alla gestione delle emergenze in mare svolte dai piloti nei porti italiani.

Il Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Nicola CARLONE, e il Presidente della Federazione Italiana Piloti dei Porti, Roberto BUNICCI, hanno sottolineato l’importanza di questo rinnovo nel contesto delle attività marittime e nella gestione delle emergenze che possono verificarsi in mare.

Il protocollo, seguendo l’esempio del precedente triennio, promuoverà iniziative di formazione a favore dei piloti portuali per i quali verranno previste attività di addestramento presso i Comandi Base Aeromobili della Guardia Costiera, con l’obiettivo consentire loro di operare con efficacia anche in situazioni di emergenza.

Tra le attività operative anche quelle a bordo degli elicotteri del Corpo, che potranno essere utilizzati per calare i piloti, tramite verricello, sulle navi mercantili in caso di necessità.

Il nuovo accordo si inserisce in una strategia sinergica per potenziare l’attività di supporto alla ricerca e soccorso (SAR) della Guardia Costiera, considerando il crescente ruolo svolto dal personale tecnico-nautico negli ultimi anni.

Un rinnovo che sottolinea il costante impegno sinergico per preservare la sicurezza della navigazione e gestire efficacemente le emergenze in mare, contribuendo così allo sviluppo del settore marittimo del Paese.​​

​​