Una panoramica sulle misure di agevolazione di prossima emissione, sia in ambito nazionale che regionale, per far in modo che tante aziende del territorio possano cogliere appieno le potenzialità dei diversi strumenti previsti. E’ con questo intento che si è svolto, giovedì 22 febbraio, il workshop dal titolo “Nuove agevolazioni a fondo perduto per le imprese“, promosso dall’incubatore Stecca di Torre del Greco nell’ambito della settimana della crescita 2024. 

In un clima volutamente informale (quello del CoBar della struttura Stecca di via Calastro), i relatori dell’iniziativa hanno illustrato alla platea le principali novità attese per il 2024, dal Fondo Regionale Crescita, passando per le iniziative in tema di formazione con la nuova edizione del Fondo Nuove Competenze, del Piano Formazione e Industria 5.0 e degli Avvisi dei diversi Fondi Interprofessionali.

Una occasione di confronto – le parole di Giuliana Esposito, Direttrice dell’incubatore di imprese Stecca – per invitare tante realtà aziendali ad essere pronte dinnanzi agli scenari economici che sono in costante evoluzione, cogliendo tutte le giuste opportunità per innovare e crescere“.

L’evento ha avuto inizio con la testimonianza diretta di Nicola Terracciano, consulente informatico nonché titolare di una società di sviluppo e formazione in ambito tecnologico, che ha focalizzato l’attenzione sulle esperienze collezionate con le misure di Formazione 4.0 e Fondo Nuove Competenze. La parola è passata poi a Giuseppe Sorrentino (Responsabile formazione TSC) con una ampia prospettiva sulla realtà della formazione finanziata e dei Fondi Interprofessionali. A chiudere gli interventi, Angelo Pica (commercialista e consulente in tema di finanza agevolata) che ha illustrato le interessanti opportunità previste con l’emanazione, nel prossimo periodo, di alcuni bandi tra cui il già citato Fondo Regionale Crescita e il Fondo Impresa Donna, oltre ad aver approfondito un tema di costante attualità quale è quello relativo alle Zone Economiche Speciali.

Presenti all’iniziativa anche rappresentanti della società Oltremare – Servizi Integrati per lo Shipping, rimarcando in tal modo l’utilità dell’applicazione di tali misure anche nel settore marittimo-portuale e sottolineando al contempo l’importanza di una collaborazione già avviata proprio con Stecca in merito al progetto dell’Incubatore del Mare, che si pone come obiettivo – tra gli altri – quello della valorizzazione dell’inserimento lavorativo dei giovani nelle carriere marittime (al riguardo è in programma l’organizzazione di un apposito Career Day), mettendo al contempo in risalto la forte vocazione marittima, sotto molteplici aspetti, del territorio locale.

Di seguito il dettaglio delle diverse misure agevolative previste presumibilmente tra marzo e maggio 2024:

  • Fondo Nuove Competenze 3° Avviso: attivazione prevista per marzo/aprile 2024; fondi stanziati: 1 miliardo di euro per l’anno 2024 + 1 miliardo di euro per l’anno 2025;
  • Formazione 5.0: attivazione prevista per marzo/aprile 2024; fondi stanziati: 630 milioni di euro con aliquote al 10% degli investimenti agevolabili; la misura risulterebbe attivabile unicamente per quelle imprese che effettueranno o che hanno già effettuato investimenti in ambito tecnologico (digitalizzazione) e green;
  • Fondo Regionale Crescita (Campania): attivazione prevista per marzo 2024; risorse dedicate all’ottenimento di agevolazioni per investimenti in tema di digitalizzazione, sostenibilità e innovazioni di processo
  • Fondo Impresa Donna: attivazione prevista entro maggio 2024; favorisce le imprese a maggioranza femminile e amministrate da donne. Per le nuove imprese la misura prevedrebbe un finanziamento fino al 75% delle spese sugli investimenti (tetto massimo: 250.000 €); per le imprese esistenti invece la misura prevedrebbe un finanziamento fino al 90% delle spese sugli investimenti (tetto massimo 400.000 €)

Questo workshop – ha spiegato Nunzio Borriello, training manager di Stecca – vuole essere un momento utile per promuovere la cultura della conoscenza di misure e strumenti agevolativi a favore delle imprese, favorendo dunque la comprensione delle reali opportunità e dei concreti benefici perseguibili. Il formato proposto oggi vorrà essere replicato anche in futuro, magari con cadenza trimestrale, in modo da poter mantenere un faro costantemente acceso sulle evoluzioni in tale ambito“.

 

Lascia un commento