Concluso positivamente il ciclo di verifiche sottese alla convalida della certificazione di conformità del Sistema di Gestione della Qualità (SGQ), alla norma armonizzata ISO 9001:2015, del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera​ quale Autorità Nazionale Competente per la sicurezza della navigazione e marittima.

Il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera è in possesso della certificazione di conformità, quale articolazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che opera quale “flag state” (Stato di bandiera), in conformità al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 164 come modificato recante “Attuazione della direttiva 2009/21/CE relativa al rispetto degli obblighi dello Stato di bandiera”.

Tale certificazione è il risultato di un complesso ciclo di audit, svolto da un Ente Certificatore, che si articola in una prima fase di verifiche presso gli Uffici territoriali del Corpo e successivamente presso il Comando Generale.

Per l’annualità corrente la verifica dell’Ente certificatore presso Uffici periferici si è concentrata sul campione composto dalle Capitanerie di porto di Napoli,​ Palermo, Termoli, Milazzo e Chioggia, presso le quali sono state verificate le modalità di erogazione di servizi specifici, quali la certificazione di sicurezza e di security alle navi di bandiera, il monitoraggio trimestrale dei centri di formazione ed addestramento del personale navigante, l’emissione delle tabelle minime d’armamento della flotta nazionale.

La verifica presso i Comandi territoriali è stata poi completata da quella svolta dagli auditor del Corpo che hanno accertato la corretta applicazione, su tutto il territorio nazionale, degli indirizzi applicativi relativi all’implementazione del sistema di gestione della qualità e, in particolare, con riferimento alla formazione del personale ispettivo ed al controllo di gestione.

Il Sistema di Gestione della Qualità del Comando Generale – la cui prima edizione risale al 2012 – assicura evidenza piena e completa adesione ai precisi obblighi introdotti dal Codice per l’implementazione degli strumenti IMO, di cui alla Risoluzione A.1070(28) (III Code) e attesta la bontà dell’approccio programmatico e sistematico del Corpo delle Capitanerie volto a garantire l’efficienza delle attività erogate e la qualità delle stesse.

Lascia un commento