Domani, giovedì 12 ottobre,  dalle ore 9.00 alle ore 12.00, si svolgerà nelle acque del Golfo di Napoli l’esercitazione di Ricerca e Soccorso Marittimo, denominata “Airsubsarex 2023”, che vedrà coinvolti unità Aero-Navali e personale appartenenti a Guardia costiera, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Vigili del fuoco, 118, Croce Rossa e Protezione Civile Regionale.

L’esercitazione consisterà  nella simulazione di un’attività di ricerca e soccorso a favore di un aeromobile di linea di cui si ipotizza l’ammaraggio nelle acque del Golfo di Napoli.

Le operazioni di soccorso saranno coordinate dall’Autorità responsabile per il soccorso in mare – IV MRSC – Direzione Marittima della Campania, mentre il coordinamento del soccorso a terra sarà  effettuato dalla Prefettura di Napoli con l’attivazione del Centro Cordinamento Soccorsi (CCS), presieduto dal Prefetto o suo delegato, a cui partecipano Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, Guardia costiera, Enac, Asl, 118, Polizia locale, Regione Campania, Comune di Napoli e altri, con il compito di gestire le attività successive al recupero in mare dei superstiti trasportati sulla terraferma, quali le prime cure, l’instradamento presso le strutture ospedaliere, la tutela dell’ordine pubblico nell’area interessata dall’evento.

Nell’esercitazione saranno impiegati numerosi mezzi aerei, navali e terrestri, e pertanto, la Direzione Marittima rende noto che l’area portuale di Napoli sarà interessata da un afflusso di autoveicoli appartenenti alle Forze dell’Ordine ed agli enti impegnati nelle operazioni, con probabile rallentamento della viabilità portuale.

L’iniziativa ricade nell’ambito della v edizione della “settimana della Protezione Civile” che quest’anno va dal 9 al 15 ottobre.

Lascia un commento