Lancio in grande stile per la 15ma edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, la famosa regata d’altura – la più frequentata del Mediterraneo, con i suoi 250 iscritti – in programma il prossimo 30 maggio 2024, che anche quest’anno è stata presentata ufficialmente al Salone Nautico Internazionale di Genova.

Una presentazione con grandi novità e ospiti di eccellenza – lo skipper del Maxi di 100’ Arca SGR Furio Benussi e il giornalista Carlo Genta di Radio 24 – che hanno affiancato sul palco dell’Eberhard Theatre i tre Presidenti dei circoli che formano il Comitato Organizzatore della 151 Miglia: Roberto Lacorte (Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa), Alessandro Masini (Yacht Club Punta Ala) e Gian Luca Conti (Yacht Club Livorno).

“Tra cielo e mare” il claim dell’edizione 2024 della 151 Miglia, una frase che rappresenta al meglio lo spirito della regata, impegnata costantemente nella ricerca di “nuovi orizzonti” da esplorare e di nuove rotte da percorrere. Un concetto spiegato con chiarezza da Roberto Lacorte, che ha introdotto le novità che gravitano attorno alla 151 Miglia, a partire dalle 151 Winter Series, appuntamento invernale tra Punta Ala (quattro giorni di regate tra ottobre e novembre) e Livorno/Marina di Pisa (cinque giornate tra marzo e aprile), con regata di trasferimento da Punta Ala a Livorno, battezzata Moonshine, prevista per il 23 novembre: il modo migliore per “tenere calda” la flotta della 151 Miglia, garantendo agli armatori e agli equipaggi la consueta qualità e cura del dettaglio che da sempre contraddistingue l’organizzazione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar.

Ma non è tutto. Perché le novità riguardano anche la settimana della 151, che oltre alla 15.1 Run, corsa podistica non competitiva ai fini benefici che si disputa tra Marina di Pisa e il parco di San Rossore, la 15.1 Sail, una costiera di 15 miglia che rappresenta una sorta di warm up della 151 Miglia, e il Crew Party, appuntamento imperdibile per tutti gli equipaggi, al Porto di Pisa, alla vigilia della partenza, quest’anno sarà arricchita dalla 151 Classic, veleggiata riservata alle barche d’epoca lungo le 15 miglia della 15.1 Sail, e da altre novità che verranno ufficializzate nei prossimi mesi.
“Ormai possiamo parlare di vera e propria settimana della 151 Miglia, con numerosi eventi, sia in mare che a terra, e tante persone coinvolte.

La 151 ha un potenziale enorme e stiamo lavorando con l’obiettivo di crescere, aprendoci a contesti finora mai esplorati come le barche d’epoca, la vela giovanile o le classi monotipo, continuando a garantire la qualità organizzativa che da sempre ci contraddistingue e che negli anni ha fatto la differenza”, ha spiegato Lacorte, prima di dare il via ad un interessante talk show che ha coinvolto anche Benussi – vincitore dei Line Honours in due edizioni della 151 Miglia – e Genta, voce nota di Radio 24 e grande amico della 151.

Un format dalle solide basi e in costante evoluzione che rappresenta anche uno dei segreti del successo della 151 Miglia, regata che in soli 15 anni è riuscita a diventare il punto di riferimento per tutti gli appassionati di vela d’altura, grazie a un’organizzazione curata in ogni dettaglio e concepita sulla base delle esigenze di tutti i partecipanti.
Gli stessi che – non a caso – ogni anno, puntualmente, si ritrovano sulla linea del via, che si tratti di professionisti della vela o di amatori, pronti per lanciarsi lungo le 151 miglia della rotta con partenza da Livorno e arrivo a Punta Ala dopo i passaggi a Marina di Pisa, Giraglia e Formiche di Grosseto.

Tappa del Campionato Italiano Offshore, dell’IMA 2024 Mediterranean Maxi Offshore Challenge e del Trofeo Arcipelago Toscano, la 151 Miglia-Trofeo Cetilar è organizzata dallo YC Repubblica Marinara di Pisa, YC Punta Ala e YC Livorno, con il consueto supporto dello sponsor Cetilar®, brand della casa farmaceutica PharmaNutra, dell’official timekeeper TAG Heuer e dei partner Plastimo, CrewPro, Benetti, Porto di Livorno 2000, Porto di Pisa e Marina di Punta Ala.
L’appuntamento con la 15ma edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar è per il 30 maggio 2024.

Seareporter.it

Lascia un commento