Un’edizione speciale dedicata agli ultimi 10 anni di fenomeni, trend e dinamiche che hanno caratterizzato il settore dei trasporti marittimi e della logistica, nonché al ruolo dell’Italia al centro dei nuovi scenari del Mediterraneo.

Presentato ufficialmente, questa mattina presso la Stazione Marittima di Napoli, il Rapporto Annuale di SRM nell’ambito dell’ormai tradizionale appuntamento dell’Italian Maritime Economy Conference. L’edizione di quest’anno assume un peso particolare, rappresentando una concreta testimonianza di un vissuto ormai decennale del Centro Studi, arco temporale nel quale il team di SRM ha lavorato costantemente per migliorare sempre più il documento al fine di renderlo uno strumento capace di unire efficacemente a livello verticale e trasversale le analisi che interessano i settori della logistica, dei porti, dello shipping e della ricerca economica.

Numeri, fatti, dinamiche. Il report annuale di SRM vuole dunque essere uno strumento che aiuti ad interpretare molteplici risvolti interessanti per il settore.

All’evento di presentazione, sono intervenuti – oltre al Presidente SRM, Paolo Scudieri, e al Presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro (con un videomessaggio di saluto) – il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Nicola Carlone, e l’Ammiraglio di Squadra Comandante Logistico della Marina Militare, Salvatore Vitiello, i quali hanno posto l’attenzione sugli elementi strategici della marittimità e su alcuni dei principali temi di attualità che interessano l’intero comparto, tra cui l’impatto ambientale con relative decisioni a livello Europeo, le procedure di digitalizzazione e la semplificazione di taluni iter per snellire le dinamiche di azione e rendere più efficiente ed efficace le operazioni ad ogni livello della catena connessa all’intero comparto.

Dopo la presentazione dettagliata del Rapporto, a cura del Direttore Generale di SRM Massimo Deandreis e del Responsabile Maritime & Energy SRM Alessandro Panaro, i lavori sono stati conclusi dagli interventi della tavola rotonda dal titolo “Il Mediterraneo: le nuove tendenze del traffico, degli investimenti portuali e dello shipping”.

“Il rapporto SRM di quest’anno – le parole del presidente Scudierirappresenta un numero speciale che racconta i complessi accadimenti e i fenomeni che hanno caratterizzato il settore dei trasporti marittimi e della logistica che vale il 12% del PIL Europeo e che in termini di commercio internazionale muove il 90% dei volumi totali degli scambi del mondo. In tutti questi anni il Rapporto è stato un punto di riferimento per gli operatori, per le istituzioni, il mondo della ricerca, il panorama associativo, fornendo analisi interpretative di ciò che ci accade intorno. SRM non si ferma qui ma dieci anni vogliono dire qualcosa; vogliono dire che la qualità del lavoro e tutti gli sforzi e gli investimenti effettuati in conoscenza hanno pagato e sono ritornati a noi sotto forma di accrescimento del network e di continui attestati di stima che riceviamo da tutti i grandi player del settore“.

Lascia un commento