Una “catastrofica implosione” per il Titan, il sommergibile disperso da domenica.

Il caso del Titan è “incredibilmente complesso” data l’area remota delle ricerche: “questo ambiente è incredibilmente spietato”, ha affermato la Guardia Costiera americana rispondendo a chi gli chiedeva del recupero degli eventuali corpi delle vittime.

Le autorità hanno spiegato che “non sembra esserci alcun legame” fra i rumori percepiti e il luogo dove sono stati trovati i detriti.
La tragedia si è consumata negli abissi dell’oceano per il sommergibile che osava sfidare la maledizione del Titanic portando facoltosi turisti ad osservare i resti del famoso relitto a quasi 4.000 metri di profondità. Dopo giorni di ricerche disperate, i rottami del sottomarino di OceanGate disperso da domenica sono stati trovati proprio accanto al fantasma del Titanic, con la stessa società e la Guardia costiera americana che in serata hanno annunciato la morte dell’equipaggio.

Fonte: ANSA

Lascia un commento