I protagonisti de La Cinquecento Trofeo Pellegrini sono partiti oggi domenica 28 maggio da Caorle, salutati in mare da un folto pubblico di barche spettatori.

Un bel cielo sereno e un leggero vento di termica intorno ai sei nodi hanno accompagnato al via le 33 imbarcazioni, X2 e XTutti, partite regolarmente alle ore 16.00 con la regia del Comitato di Regata presieduto dal triestino Maurizio Anselmi.

Da Caorle alle Isole Tremiti passando per Sansego in Croazia: è questo da quarantanove edizioni il percorso della regata offshore organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con il Comune di Caorle e la Darsena dell’Orologio, la prima in doppio del Mediterraneo ideata quasi mezzo secolo fa da un gruppo di amici.

La luminosa giornata ha reso ancora più spettacolare la partenza anche per chi passeggiava lungo la scogliera di Caorle e ha visto il mare insolitamente colorato di gennaker.

La flotta fin dalle prime battute ha interpretato diversamente l’area di partenza, la maggior parte delle imbarcazioni ha privilegiato lo start in barca comitato, per poi bordeggiare in direzione del cancello posto di fronte alla Chiesa della Madonna dell’Angelo e quindi prendere il largo verso il primo waypoint di Sansego in Croazia.

La prima imbarcazione assoluta e della categoria XTutti al passaggio è stata Cleansport One, Vor60 dello sloveno Sky Sailing Team timonata da Marjan Kocila.

Secondo passaggio per il nuovissimo Neo 430 Neomind dell’armatore tedesco Sascha Schroder e quindi QQ7, Farr 53 del ravennate Costanzo Salvatore.

Il primo passaggio della categoria X2 al cancello è stato quello dei debuttanti Mauro e Giovanni Trevisan sul loro Millenium 40 Hauraki, che hanno superato il piccolo Mr Hyde di Marco Rusticali-Riccardo Rossi protagonisti di una partenza perfetta che li ha visti in testa alla flotta per i primi bordi, terzo passaggio per Demon-X di Nicola Borgatello-Silvio Sambo.

Le previsioni meteo per i primi giorni di regata, analizzate ieri sera da Andrea Boscolo nel corso dello Skipper Meeting tenuto in Piazza Papa Giovanni XXIII, dovrebbero regalare ai partecipanti un’edizione interessante e tecnica: l’alta pressione a nord dell’Europa dovrebbe infatti garantire un flusso nell’Alto Adriatico che lungo le coste nelle ore più calde tenderà a divenire brezza. L’aria instabile, caratteristica per il periodo, vedrà addensamenti pomeridiani lungo le coste, in modo particolare croate, con locali temporali.

Le prime imbarcazioni dovrebbero raggiungere Sansego nella giornata di domani, la flotta proseguirà poi lungo l’Adriatico fino a San Domino alle Isole Tremiti, metà percorso de La Cinquecento Trofeo Pellegrini per poi risalire nuovamente verso Sansego e il traguardo di Caorle, che i primi dovrebbero raggiungere giovedì 1 giugno.

La regata, sesto appuntamento del Campionato Italiano Offshore FIV con coefficiente 3.0 è valida anche per il Trofeo Masserotti UVAI.

Per seguire le imbarcazioni in gara basterà collegarsi al sito cnsm.org nella sezione La Cinquecento al Tracker SGS.

Per restare sempre aggiornati sui passaggi e le notizie onboard, oltre ai canali social CNSM da quest’anno c’è anche la novità di Radio La Cinquecento, una striscia quotidiana nei giorni lunedì, martedì e mercoledì sulla webradio Caorle International, con collegamenti alle imbarcazioni in regata.

 

Seareporter.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *