Reduce da una intensa attività lungo le coste del Mare Adriatico e da un importante evento addestrativo al largo della Sardegna, dal 20 al 24 maggio ha fatto sosta nel porto di Termoli Nave Alfredo Peluso, pattugliatore d’altura della Guardia Costiera.
Nell’occasione, il giorno 23 maggio è stato a Termoli anche il Contrammiraglio Giuseppe Aulicino, Capo del III Reparto “Piani e Operazioni” del Comando Generale delle Capitanerie di Porto. Accolto dal Direttore Marittimo di Pescara, Capitano di Vascello Fabrizio Giovannone e dal Comandante della Capitaneria di Porto di Termoli, Capitano di Fregata Sergio Mostacci, l’Ammiraglio dopo una visita al personale della Capitaneria di porto si è recato a bordo di Nave Peluso, ove ha accolto il sindaco di Termoli, Francesco Roberti, e il Prefetto della Provincia di Campobasso, Michela Lattarulo.

Il Prefetto ha particolarmente apprezzato la visita a bordo anche in ragione del suo precedente incarico di Direttore Centrale dei Servizi Civili e dell’Immigrazione, nel corso del quale ha operato a stretto contatto con il Centro Operativo Nazionale Guardia Costiera di Roma.
Il Comandante dell’Unità, Tenente di Vascello Antonio Barbieri, ha illustrato agli ospiti le caratteristiche della nave e le principali attività che l’hanno vista impegnata nei mesi appena trascorsi. Il Prefetto Lattarulo, nel corso di una breve assemblea sul ponte di coperta, ha espresso parole di vicinanza e di apprezzamento all’equipaggio della nave per il quotidiano e instancabile impegno profuso per la salvaguardia della vita umana in mare.
Nel corso del pomeriggio, Nave Peluso ha inoltre ricevuto la visita del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Larino, Elvira Antonelli. Il Procuratore ha ringraziato per l’accoglienza ricevuta e ha espresso parole di apprezzamento per l’impegnativa attività svolta dall’equipaggio.

Molisetabloid.it

Lascia un commento