Il 2 maggio scorso, in vista dell’imminente stagione estiva, la Guardia Costiera e l’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) hanno incontrato, presso la sede del Comando Generale, i rappresentanti del “cluster” marittimo che opera con unità dedite al trasporto passeggeri (unità veloci e roro – pax).

Il Comando Generale della Guardia Costiera e l’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) – a seguito di apposito protocollo d’intesa – hanno intrapreso da qualche anno una fattiva collaborazione nel rispetto dell’autonomia e delle attribuzioni di ciascuna Istituzione, con lo scopo di affinare la cooperazione, la collaborazione e lo scambio di informazioni su materie di interesse comune.

Il Protocollo siglato contribuisce, tra l’altro, a una miglior tutela dei diritti dei passeggeri sanciti dal regolamento (UE) n. 1177/2010, rispetto al quale ART è l’Organismo nazionale responsabile della relativa applicazione.

Finalità dell’incontro è stata anche quella di rendere pubblici i risultati del 2022 in materia di sicurezza della navigazione e i dati statistici relativi a reclami/segnalazioni per il quinquennio 2019-2023, volti al monitoraggio dei diritti dei passeggeri e della sicurezza della navigazione nella sua accezione più ampia.

Lascia un commento